Oggi alla rubrica “I consigli dell’esperto” risponde alle domande il Signor Branchini Marco.


Vuoi avere uno spazio per la tua startup? Scopri come a questa pagina!


1) Spesso si sente parlare di fintech: può darmi una definizione precisa e spiegare ai nostri lettori il suo potenziale?
Il settore finanziario e quello assicurativo in particolare sta vivendo una profonda trasformazione che più di qualcuno ha definito epocale attribuendogli il termine disruptive. La responsabilità, o il merito a seconda dei punti di vista, è dovuta allo sviluppo del fintech ovvero agli effetti che l’uso crescente e pervasivo della tecnologia sta generando sul nostro modo di fare business. Tre sono essenzialmente le aree in cui vedo effetti diretti e rivoluzionari nel nostro settore:
1. Lo sviluppo di una offerta più evoluta, in grado cioè di generare maggior valore sugli assicurati arricchendone la customer experience. Ho in mente il consolidamento e l’ulteriore crescita dell’offerta con la black box sull’auto, i primi tentativi di associare coperture assicurative al mondo dei wearable e il tema dei device intelligenti da collegare alle garanzie sull’abitazione. In generale, grazie alla tecnologia, possiamo stabilire una partnership attiva con l’assicurato dove il fine assicurativo passa dalla logica risarcitoria a quella della prevenzione e tra compagnia e cliente si definisce un intento condiviso
2. Una maggior prossimità al cliente, dovuta allo sviluppo di modelli distributivi omnicanale, dove al punto fisico si affianca la disponibilità dell’accesso in remoto via mobile o app per la consultazione e gestione delle proprie coperture 7/24
3. Lo sviluppo di big data e analytics, per una miglior conoscenza del cliente e dei suoi bisogni assicurativi così da costruire un approccio commerciale efficace e una user experience memorabile
2) Come è arrivata a ricoprire la sua attuale posizione? E quali sono i consigli che può dare ai giovani che vogliono intraprendere una carriera come la sua?
Curiosità, ambizione e formazione continua. La curiosità è il sale della vita professionale; l’ambizione, quella sana, è fatta di risultati raggiunti che danno confidenza nei propri mezzi e nella capacità di sapersi mettere alla prova; la formazione continua è fondamentale e va curata perché tutto intorno a noi cambia e noi dobbiamo essere parte del cambiamento, non possiamo semplicemente subirlo. Questa è la mia esperienza. Parlando ai giovani invece un genio dei nostri tempi ha già detto “stay hungry, stay foolish”. Lo trovo un consiglio utile per affrontare al meglio la complessità del mondo che ci circonda e le sfide professionali che ragazze e ragazzi hanno davanti.
3) Che cosa ne pensa dei bitcoin?
Quello dei bitcoin è ancora un tema di frontiera. Presto però sono convinto che dovremo prendere le misure anche di questo strumento perché irromperà in modo prepotente anche nel settore assicurativo.
4) Quali sono i nuovi trends per il 2018 in ambito FINTECH a suo parere?
Continueremo a esplorare il tema dei wearable e della casa connessa, il mondo delle app, per migliorare la customer experience dei nostri assicurati anche in logica di mobilità, e tutto il tema dei big data e analytics che sempre la tecnologia ci offre come spunto per migliorare l’esperienza degli assicurati ed essere più efficaci nella relazione commerciale.
5) Cosa consiglia ad un giovane aspirante startupper che vorrebbe approcciarsi al mondo della finanza e/o tecnologia?
Come Sara Assicurazioni siamo partner di uno dei più grandi acceleratori di start up in Italia – LuissEnlabs su iniziativa di LVenture – e io stesso sono mentor di alcune start up che stanno lavorando nell’ambito del programma di accelerazione promosso sulla AI. Quello dello start upper è un mestiere duro, inteso, faticoso ma nei giovani che sto conoscendo vedo anche tanta passione, visione, progettualità. Dal mio punto di vista l’aspetto fondamentale è verificare l’idea, che sia utile, concreta e soprattutto semplice. Se questa c’è si può partire, avendo comunque sempre in mente che… solo 1 su 1.000 ce la fa!

Vuoi essere aggiornato sulle novità relative al mondo delle startup? Iscriviti alla nostra newsletter compilando il form sottostante!